Informazioni

La Esperanto-Centro de Torino renkontiĝas ĉiun merkredon, ek de la 20:30 ĝis la 23 ĉe Sala Gandhi de Centro Studi Sereno Regis, Via Garibaldi 13, Torino 10122. Por eniri, premu la plej supran sonorilbutonon maldekstre de la fera pordego, je la nomo Centro Studi Sereno Regis.


Il Centro Esperanto di Torino si riunisce tutti i mercoledì, dalle ore 20:30 alle 23, presso la Sala Gandhi del Centro Studi Sereno Regis, in Via Garibaldi 13, Torino 10122.
Per accedere, suonare il campanello più in alto a sinistra del portone, con l’etichetta Centro Studi Sereno Regis.
Per informazioni:

_________________________

Newsletter – Informbulteno

Per ricevere informazioni sui nostri appuntamenti e le nostre attività iscriviti alla newsletter aperiodica [informoj] – Por havi informojn pri nia agado kaj niaj eventoj aliĝu al nia neperioda informbulteno [informoj]:

4 Commenti

  1. Concetta La Naia

    Gentile Diego Fiumarella, non vorrei avesse inteso il mio intervento su La Stampa come una critica verso la lingua Esperanto. La conquista di una lingua che potesse permettere di comunicare facilmente fra le genti è quanto di più auspicabile ci si possa augurare. Tuttavia, l’impressione che io ebbi quando, trent’anni fa, mi fu illustrato il programma, non mi permise di apprezzare nè l’orecchiabilità nè i vocaboli in quanto tali, sembrandomi forzati. Sicuramente si sarà trattata di una mia incapacità. Il fine che l’Esperanto si propone è condivisibile, soprattutto perchè portatore di quei valori che Lei ha bene indicato nel Suo intervento. Non dubito che essi siano presenti negli incontri esperantisti, però rimane il fatto che la lingua in quanto tale non discende dalla storia di un paese perchè l’esperanto non ha, ovviamente, paese nè popolo nè storia intesa come susseguirsi di eventi collocati in un tempo e in un luogo geografico. Vorrei tuttavia esprimerLe il mio apprezzamento per l’opera che gli Esperantisti perseguono con entuasiamo mossi da valori importanti come amicizia, pace, unione nella diversità. Cordialmente. Concetta La Naia

    Replica
  2. Diego Fiumarella

    Gentile Concetta La Naia,
    vorrei esprimerLe i miei ringraziamenti per aver chiarito la Sua stima per l’Esperanto, nonostante la Sua prima impressione non fosse stata del tutto entusiastica. Dato che mi pare di capire che la Sua esperienza sia piuttosto datata, se lo desidera potrei metterLa in contatto con alcuni esperantisti di Mestre. In questo modo potrà sperimentare la lingua viva e avere tutti i chiarimenti desiderati di persona.
    Cordiali saluti! Diego

    Replica
  3. Silvia Garnero

    Caro Diego, la tua laurea in giurisprudenza ti è servita egregiamente per tacitare con fermezza e brevità le contestazioni di “Concetta”. Sono pienamente d’accordo con te e mi complimento per la tua bravura. Plej Amike.

    Replica
  4. Sandro

    Sarebbe bello, per le orecchie di chi ama l’Esperanto, poter ascoltarne solo lodi.
    Purtroppo così non è, ed io stesso, non volendo, sono stato in mezzo a discussioni severe e denigratorie verso l’Esperanto. Sono state discussioni difficili, in cui la calma pareva sempre avere fretta.

    Ma mai mi è spiaciuto così tanto, come quelle volte che mi sono scontrato con l’indifferenza. “Parli Esperanto? Ah… be’, ragazzi, che si mangia ‘sta sera?”.
    Sono contento che ci sono persone come la signora Concetta, che dedicano il loro tempo libero a commentare sull’Esperanto. Questo da spazio a tutti per riflettere ed esprimere la propria opinione.
    Insomma, infondo chi più degli italiani di quest’ultimi quindi anni sa che a parlar non bene di qualcosa o di qualcuno, non è detto che si ottenga l’effetto desiderato?

    Replica

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivere il numero mancante * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi